Per saperne di più o negare il consenso all'uso di tutti o alcuni cookie, consultare l'informativa estesa.
Stampa

Olio di Puglia

IGP - Indicazione geografica protetta
Aggiungi ai Preferiti
olio-di-puglia
Categoria: Oli e grassi

Area di Produzione

Regione: Puglia
Province: Bari Barletta-Andria-Trani Brindisi Foggia Lecce Taranto Matera Potenza
Puglia

Regole e Normativa

Riferimenti normativi: Reg. (CE) n. 1151/2012

Organismo di Controllo

Camera di Commercio Industria e Artigianato di Bari

Indirizzo:

C.so Cavour, 2
Bari
Italia

Contatto:

Tel. 0802174111
Fax 08021742

Caratteristiche di coltivazione Le condizioni pedoclimatiche e di coltivazione caratterizzanti la produzione dell’olio extravergine di oliva a Indicazione Geografica Protetta, di cui all’Art. 1, sono atte a conferire alle olive e agli oli, le caratteristiche qualitative tipiche, di cui all’Art.2. La potatura negli impianti di tipo tradizionale (con densità di impianto massime di n. 150 alberi per ettaro) deve essere effettuata con periodicità almeno biennale, mentre negli impianti con oltre 150 alberi per ettaro deve essere effettuata con periodicità annuale. La fertilizzazione, 3l’irrigazione, la gestione del suolo e la difesa fitosanitaria debbono effettuarsi nel rispetto dei disciplinari di produzione integrata approvati della Regione Puglia. È d’obbligo la raccolta delle olive direttamente dall’albero, sia essa manuale, agevolata o meccanica, mentre non è consentita la raccolta delle olive cadute naturalmente sul terreno e quella sulle reti permanenti. La raccolta delle olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva ad Indicazione Geografica Protetta “Olio di Puglia” deve essere effettuata nel periodo compreso tra l’ inizio dell’invaiatura - (Indice di Pigmentazione pari a 2) e il 31 gennaio della campagna di produzione (Indice di Pigmentazione pari a 5) . Il trasporto delle olive deve avvenire in bins/o cassette di plastica, bassi e fenestrati, onde evitare danni al frutto. È ammesso l’utilizzo di cassoni trainati e solo per il trasporto delle olive dal campo al luogo di trasformazione. È vietato l’uso di sacchi o balle. La produzione massima di olive ad ettaro non potrà essere superiore a 12 tonnellate, mentre la resa massima in olio è fissata al 20%. Modalità di stoccaggio delle olive, estrazione e conservazione dell’olio La zona d’estrazione e di confezionamento dell’olio extravergine di oliva ad Indicazione Geografica Protetta "Olio di Puglia" comprende l’intero territorio amministrativo dalla Regione Puglia. Le olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva ad Indicazione Geografica Protetta “Olio di Puglia” di cui all’Art.1 devono essere conservate in frantoio fino alla fase di molitura in recipienti rigidi, areati e riempiti non oltre i 4/5 della loro capienza e devono essere molite entro e non oltre le 36 ore successive alla raccolta, pertanto lo stazionamento in frantoio non può protrarsi oltre tale termine. Prima della molitura le olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva ad Indicazione Geografica Protetta “Olio di Puglia” di cui all’Art.1 devono essere sottoposte a defogliazione. I processi di trasformazione consentiti per la produzione dell’olio extravergine d’oliva di cui all’Art. 1 sono esclusivamente di tipo meccanico e fisico. La temperatura massima della pasta di olive in lavorazione consentita in frantoio è di 27° C. Dopo l’estrazione, l’olio deve essere conservato in recipienti di acciaio inox, perfettamente puliti, ubicati in locali freschi ed asciutti con valori di temperatura compresi tra i 12° C ed i 27°C o in silos refrigerati ed è consentito l’uso di gas inerte sullo spazio di testa (azoto o argon) per la conservazione ottimale dell’olio extravergine di oliva, al fine di evitare variazioni indesiderate delle caratteristiche chimiche ed organolettiche tipiche del prodotto. Prima del confezionamento l’olio 4deve essere sottoposto a decantazione naturale, filtrazione, o altro mezzo di tipo fisico idoneo ad allontanare eventuali residui di lavorazione (morchie, acque di vegetazione). Al fine di garantire la qualità e la reputazione dell’olio extravergine di oliva IGP Olio di Puglia tutte le fasi della produzione e trasformazione si devono svolgere all’interno della zona delimitata indicata all’Art. 3 del presente disciplinare. Lo stoccaggio, l’imbottigliamento e il confezionamento devono avvenire all’interno della zona geografica delimitata (zona di produzione) entro e non oltre il 31 ottobre successivo all’annata olearia di produzione. Lo stoccaggio è una fase del processo produttivo finalizzata a proteggere il prodotto dalle modificazioni delle caratteristiche chimiche, organolettiche e salutistiche, indicate all’art. 5 del presente disciplinare. L’imbottigliamento e confezionamento nella zona geografica delimitata sono necessari sia per salvaguardare i requisiti qualitativi e in particolare la caratteristica tipizzante l’IGP “Olio di Puglia”, identificabile nella concentrazione di biofenoli, sia e soprattutto per garantire il vero autentico olio extravergine di Puglia, la tracciabilità del prodotto e assicurare il controllo. Le motivazioni risiedono nelle seguenti e distinte ragioni:  Il tempo di permanenza del prodotto in autocisterna durante il trasporto, lo espone a temperature superiori a quelle delle sale di stoccaggio ed è tanto più grande quanto maggiore è il tempo di trasporto e di sollecitazioni meccaniche indotte (vibrazioni). Per contenere i rischi di precoce decadimento delle caratteristiche chimiche e organolettiche del prodotto è necessario, per le lunghe percorrenze, confinare il prodotto in confezioni definitive di più piccola taglia, mediante l’imbottigliamento.  La Puglia è afflitta dal problema delle innumerevoli sofisticazioni e truffe, il rapporto Frantoio Italia 2018 della Repressione Frodi, Organo di controllo del Mipaaft, mette in evidenza che il 50% delle stesse avverrebbe a danno dell’olio di Puglia, famoso non solo per la sua eccellente qualità, ma purtroppo anche per le numerose inchieste giudiziarie su falso olio pugliese (nel solo 2012 la Guardia di Finanza di Siena ha sequestrato 7.722 tonnellate di falso olio sfuso di Puglia).
La zona di produzione dell’olio extravergine d’oliva ad Indicazione Geografica Protetta "Olio di Puglia" comprende l’intero territorio amministrativo della Regione Puglia.

Segnala scheda

Email:
Name:
Categoria: Oli e grassi

Cerca il prodotto per zona, caratteristiche o nome.

 
Regione

Seleziona il nome della regione

Marchio di qualità
 
 
 
 
 

Seleziona il marchio di qualità, es. D.O.P.
 
Regione

Seleziona il nome della regione

Nome

Inserisci un termine, es. nome prodotto

Nuovi ristoranti


Warning: XSLTProcessor::importStylesheet(): I/O warning : failed to load external entity "/home/mhd-01/www.stuzzica.it/htdocs/components/com_sobipro/usr/templates/sobirestara/modules/contact_form/report-inline.xsl" in /home/mhd-01/www.stuzzica.it/htdocs/components/com_sobipro/lib/mlo/template_xslt.php on line 126

Warning: XSLTProcessor::importStylesheet(): compilation error: file /home/mhd-01/www.stuzzica.it/htdocs/components/com_sobipro/usr/templates/sobirestara/modules/entries/default.xsl element include in /home/mhd-01/www.stuzzica.it/htdocs/components/com_sobipro/lib/mlo/template_xslt.php on line 126

Warning: XSLTProcessor::importStylesheet(): xsl:include : unable to load /home/mhd-01/www.stuzzica.it/htdocs/components/com_sobipro/usr/templates/sobirestara/modules/contact_form/report-inline.xsl in /home/mhd-01/www.stuzzica.it/htdocs/components/com_sobipro/lib/mlo/template_xslt.php on line 126

Warning: XSLTProcessor::transformToXml(): No stylesheet associated to this object in /home/mhd-01/www.stuzzica.it/htdocs/components/com_sobipro/lib/mlo/template_xslt.php on line 133